L’eclettico rapper Achille Lauro si è esibito in concerto con la sua band lo scorso 27 luglio nell’area verde di Gru Village 105 Music Festival, dopo l’opening del musicista torinese Victor Kwality e un dj set.

Achille Lauro è lo pseudonimo di Lauro De Marinis, che quest’anno è salito per la prima volta sul palco del Festival di Sanremo dove ha presentato il brano “Rolls Royce”, classificandosi al nono posto e raggiungendo in seguito la vendita di 25 mila copie dell’album. Qui ha suscitato un immenso ciclone medianico, critiche e considerazioni varie che l’hanno portato ospite in diverse trasmissioni televisive per l’originalità musicale ed estetiche scelte da questo particolare personaggio e nuova icona del nostro panorama musicale. Propone un genere non propriamente ben definito: alcuni lo identificano come samba trap, ed a oggi ha prodotto sette album (cinque in studio più due raccolte).

L’artista romano ha scelto il nome d’arte ispirandosi al celebre e omonimo armatore e politico del novecento, questo è il suo anno e con il suo “Rolls Royce Tour” non poteva certo mancare nella ricca line up del Festival torinese. Un concerto breve ma intenso, iniziato alle 11 innanzi una buona presenza di pubblico e sotto un cielo terso e minaccioso che fortunatamente ha solo impensierito e nulla più.

Si è così conclusa la quattordicesima edizione di Gru Village, mai così tanti appuntamenti raccolti in un solo festival, grandi nomi e grandi numeri offerti dagli spettatori presenti grazie anche al sold-out ottenuto immediatamente in prevendita per il concerto di Ben Harper.

Valter Ribet