Sono molteplici i castelli e le dimore storiche presenti sul territorio della provincia di Torino. Luoghi spesso poco conosciuti che conservano un fascino antico, legato a storie, intrighi e passioni e oggi più che mai adatti alla ripartenza. In base alle tendenze attuali, infatti, domina il turismo di prossimità privilegiando gli spostamenti con mezzi propri e scegliendo formule di intrattenimento nel tempo libero all’aria aperta, in luoghi non affollati e spazi incontaminati.

Il Castello di Foglizzo

Al via quindi l’VIII edizione dell’iniziativa “Castelli e dimore in provincia di Torino” realizzata dall’ATL Turismo Torino e Provincia con l’obiettivo di promuovere il patrimonio storico-culturale rappresentato dai castelli e dimore storiche del territorio della Città Metropolitana di Torino con la collaborazione dei proprietari dei castelli, dei Comuni coinvolti e, per il Pinerolese, dell’Associazione Dimore Storiche Italiane. Si parte domenica 28 giugno – nel rispetto delle misure previste dal Decreto del Presidente della Giunta Regionale relativo alle riaperture del Piemonte – e si prosegue le domeniche 26 luglio, 30 agosto e 27 settembre.

I castelli e le dimore storiche coinvolte sono:

CANAVESE:

il Castello e il Parco di Masino Palazzo D’Oria a Ciriè, il Castello di Foglizzo e il Castello dei Conti Frola di Montanaro;

PINEROLESE:

il Castello di Osasco, il Castello di Piobesi, Casa Lajolo a Piossasco, il Castello di Miradolo a San Secondo di Pinerolo e il Palazzotto Juva (orario 10-12:30; 15-19 con visite guidate al parco e al giardino alle 11, 15, 16 e 17) a Volvera ;

COLLINA TORINESE:

il Giardino delle Erbe Aromatiche di Casa Zuccala a Marentino e il Castello di Pralormo (Collina Torinese);

VALLE DI SUSA:

la Torre e il Ricetto di San Mauro di Almese, il Castello e il Borgo Medievale di Avigliana e il Castello Contessa Adelaide di Susa (Val Susa).

Il Castello di Osasco

Per visitare i castelli e le dimore storiche è obbligatorio l’uso della mascherina, tenere comportamenti corretti sul piano dell’igiene (la dimora ospitante mette a disposizione idonei mezzi detergenti all’ingresso oppure presso i servizi igienici) e osservare le distanze interpersonali di almeno 1 metro, in particolare negli spazi chiusi. La prenotazione è obbligatoria via telefono o via mail ai recapiti indicati sulle pagine web e social dei singoli aderenti al fine di garantire piccoli gruppi di visita contingentati a cadenza oraria. Sarà responsabilità del castello e della dimora storica organizzare l’ingresso contingentato, prevedere un percorso monodirezionale, contrastare il rischio di prossimità tra persone, impedire l’aggregazione negli spazi all’aperto nel rispetto della normativa vigente. L’ingresso ad alcune dimore storiche è a pagamento, è previsto il biglietto ridotto per i possessori di Torino+Piemonte Card.

Per ulteriori dettagli su tutte le aperture ed iniziative delle singole dimore e sulle modalità di accesso consultare:

https://www.turismotorino.org/it/castelli-e-dimore-storiche-2020 https://www.facebook.com/events/1928439690788647/

CS