Sabato 26 gennaio, da un cavalcavia posto sulla Sp 6 (tra Orbassano e Piossasco, nei pressi dell’incrocio, che porta a Volvera e a Tetti Francesi) si sono staccati alcuni pezzi di cemento. Prontamente, il reparto viabilità della Citta Metropolitana ha effettuato un primo intervento di pulizia del manto stradale senza evidenziare pericoli per la caduta di altri calcinacci. In seguito nella giornata del 29 gennaio, i tecnici metropolitani hanno potuto chiarire, grazie ad un altro sopralluogo, che il sovrappasso è privo di problemi strutturali. Un nuovo controllo è stato programmato per la settimana prossima e si svolgerà con l’ausilio di una piattaforma aerea. Tale tecnologia permetterà di operare un controllo più preciso e ravvicinato e di procedere al distacco in sicurezza di eventuali altre parti ammalorate.

«Si è deciso di non intervenire in questi prossimi giorni in quanto le previsioni meteo non consigliano l’installazione di un cantiere stradale in sicurezza» ha spiegato Antonino Iaria consigliere metropolitano con delega alle infrastrutture e ai lavori pubblici.  «Per il posizionamento della piattaforma sarà necessario restringere la carreggiata della provinciale 6. Procederemo con gli interventi di ripristino e risanamento delle parti danneggiate nella prossima primavera» conclude Ilaria. L’operazione annunciata al cavalcavia, si inserisce all’interno di una serie di interventi (infrastrutturali legati alla viabilità), che la Città Metropolitana ha intenzione di portare a termine per la primavera di quest’anno (come ad esempio il completamento del primo lotto di lavori sul Ponte della Bertenga di Torre Pellice).

 

Lorenzo Battiglia