Ha preso parte anche l’assessore regionale al Lavoro Elena Chiorino alla videoconferenza presso il Ministero dello Sviluppo economico del tavolo di crisi per la catena di calzature “Scarpe&Scarpe”, che ha presentato istanza di concordato preventivo al Tribunale Fallimentare ed ha alle sue dipendenze circa 1800 dipendenti, 427 dei quali in Piemonte, che da febbraio non percepiscono lo stipendio. Durante i lavori è emerso che la società ha richiesto di accedere alla cassa integrazione in deroga. Da parte sua l’assessore Chiorino ha assicurato il massimo impegno a sostegno dei lavoratori.

«La Regione – ha aggiunto Chiorino – intende impegnarsi al massimo attivando tutti gli strumenti a disposizione per tentare di individuare ogni strada percorribile, con l’azienda e i sindacati, per non perdere questa importante realtà imprenditoriale operante e i posti di lavoro che garantisce».

CS