Dall’11 marzo è stata avviata una collaborazione tra Polizia Postale e Assessorato regionale ai Servizi Digitali per contrastare il proliferare di comunicazioni false che circolano sui social.

«La situazione sta degenerando in una follia collettiva – spiega l’assessore ai Servizi Digitali, Matteo Marnati – circolano su Whatsapp e Messenger messaggi catastrofici che spaventano la popolazione mettendo in difficoltà medici e strutture sanitarie che devono fare fronte a richieste assurde.

Matteo Marnati, assessore regionale ai servizi digitali

Da questa mattina, anche su sollecitazione della stessa Polizia presso l’Assessorato, messaggi falsi e allarmistici saranno inviati direttamente all’autorità giudiziaria per le indagini del caso».