«La carenza di manodopera nei campi continua ad essere un problema. La Regione Piemonte, attraverso i suoi centri per l’impiego e il portale online Iolavoro, aiuterà le aziende agricole nella ricerca del personale. Si chiama invece “Lavora con agricoltori italiani” il portale online di Cia che mette in contatto lavoratori e aziende agricole. Iniziative utili, che incrociano domanda e offerta, ma che da sole non possono bastare. La soluzione al problema della reperibilità di manodopera deve essere, per forza di cose, anche di natura legislativa. Torniamo a ribadire che l’utilizzo dei voucher riuscirebbe a garantire la reperibilità della manodopera indispensabile per la raccolta dei prodotti freschi»: così si è espresso Gabriele Carenini, presidente di Cia Piemonte, commentando la mancanza di lavoratori stagionali.


«Al comparto agricolo servono migliaia di operatori – conclude Carenini – e pensionati, studenti, cassintegrati e disoccupati costituiscono un potenziale bacino di forza lavoro a cui l’agricoltura potrebbe attingere attraverso i voucher, strumenti flessibili e di facile attivazione, capaci di fornire le giuste tutele ai lavoratori temporanei».

CS