Lo scorso 12 maggio nella sede Azimut Società di Gestione del Risparmio di Pinerolo è avvenuto il sorteggio dei due quadri di Giovanni Carena, donati dalla famiglia dell’artista in occasione delle due mostre parallele – “Il mondo attraverso i suoi colori” – svoltesi a partire da dicembre nelle sedi di Perosa Argentina (Villa Willy) e di Pinerolo (Azimut) grazie soprattutto a Giovanni Pietro e Alessandro Tonello e al comitato Jambo Car. Le due iniziative, come altre, hanno pagato pegno all’epidemia e al lockdown e non hanno potuto svolgersi interamente come nell’idea degli organizzatori. In particolare a Perosa è completamente saltata la seconda apertura prevista nei mesi di marzo ed aprile.

Paola Coalova, vincitrice del quadro di Carena in palio a Pinerolo

A conclusione delle due esposizioni, si è comunque svolto il sorteggio delle due opere in palio tra quanti hanno fatto un’offerta o acquistato materiale della mostra (libri, cataloghi e calendari dell’artista) i cui proventi (1050 euro), attraverso il comitato Jambo Car andranno ai bambini di un orfanotrofio in Kenya e ad altri progetti umanitari dell’associazione. Ad aggiudicarsi le due opere sono state Paola Coalova (“Fiori in interno”, 1980, olio su tela) e Marina Ribet (che ha scelto “Papaveri”, un olio su tavola del 1972).

Marina Ribet che si è aggiudicata il quadro premio a Perosa Argentina

Gli organizzatori si sono dichiarati soddisfatti della risposta di pubblico: oltre cinquecento visitatori, nonostante le difficoltà portate dalla pandemia. Siccome soprattutto le visite delle scuole sono state penalizzate, gli organizzatori stanno muovendosi per poter riaprire nei mesi di settembre-ottobre – anche perché a novembre ricorrerà il 30° anniversario della morte di Carena – l’esposizione di Perosa Argentina e così consentirne la fruizione alle scolaresche.

CS