3 febbraio 2014

Secondo i dati forniti dall’Ufficio Stampa dell’ASLTo3, nel 2013 gli interventi di IVG (interruzione volontaria della gravidanza) praticati presso l’Ospedale civile di Pinerolo sono stati 113 a fronte dei 146 del 2012. È diminuito anche il numero delle minorenni che hanno abortito: 4 ragazze nel 2013 contro le 9 del 2012. Va però tenuto presente che molte ricorrono alla cosiddetta “pillola del giorno dopo” che, di fatto, spesso provoca la morte dell’embrione.
Si è abbassata inoltre l’età media delle donne che ricorrono all’aborto: era 30 anni nel 2013, 29 nel 2013.
Lo scorso anno la più giovane aveva 16 anni e la meno giovane 38.
In alcuni consultori dell’ASL To3 sono presenti le associazioni pro-life accreditate: il Centro di Aiuto alla Vita di Collegno-Grugliasco; il Centro Accoglienza alla Vita “L’Annunciazione” di Giaveno; il Centro di Aiuto alla Vita di Pinerolo; il Centro Famiglia Valsusino; il Centro di Aiuto alla Vita di Bussoleno e il Centro di Aiuto alla Vita e Movimento per la Vita “G. Foradini” di Rivoli.
Per quanto riguarda la struttura di Pinerolo, dall’AslTo 3viene riferito che «non viene percepita una particolare presenza e attività» di questi enti.
Nel reparto di ginecologia e ostetricia diversi medici sono obiettori di coscienza e quindi non intervengono nelle pratiche abortive.

Ospedale E. Agnelli di Pinerolo