18 marzo 2016

Siamo a Pinerolo e stavolta quella in oggetto è via Sabin. Il tema: quello ormai tristemente ridondante dei rifiuti in città. Ce n’è proprio per tutti i gusti; sacchi di stampelle, secchi di vernice e, per i più romantici cuscini, materassini e coperte: tutto l’occorrente per dormire e sognare sotto un cielo stellato… A fianco ai contenitori dell’immondizia. Non ci sono uffici Caritas (a cui destinare oggetti che sarebbero utili a molti); non ci sono isole ecologiche che tengano, né recipienti di raccolta differenziata o indifferenziata a pochi centimetri di distanza. La strada e i cosiddetti “beni comuni” sono i luoghi reputati più consoni per qualsivoglia oggetto sia ritenuto di troppo nelle nostre case. Questo l’esempio di civiltà che da nord a sud attraversa l’Italia. Questo quello che si verifica all’ordine del giorno anche a Pinerolo. Le foto di Lino Gandolfo.