Il movimento politico Rete Bianca, in vista dei futuri appuntamenti elettorali (in particolare le elezioni cittadine del prossimo anno), lancia un appello alle forze di centrosinistra e alla società civile.

«Ora il progetto di una “alleanza civica e politica” deve decollare anche a Pinerolo. Un progetto politico ed amministrativo che deve essere in grado di unire il civismo presente in città con l’appoggio determinante di quelle forze politiche e di quei partiti che non coltivano l’obiettivo di occupare tutti gli spazi pubblici, a prescindere. Un progetto che, però, adesso deve decollare senza ulteriori rinvii e posizionamenti tattici dei vari attori in campo. E questo anche perché la stagione politica che viviamo è profondamente diversa da quella che precedette le elezioni amministrative del 2016.

Giorgio Merlo, uno dei promotori di Rete Bianca

La fase politica che si è aperta, infatti, non può non prendere atto che le coalizioni sono sempre più credibili quando riescono ad essere l’espressione delle forze civiche presenti sul territorio unite ai partiti che manifestano una maggiore apertura su questo versante. Ecco perché, almeno questa è la nostra opinione, le forze politiche e i movimenti che sono riconducibili ad una prospettiva di centro sinistra, adesso si devono incontrare attorno ad un tavolo per dispiegare questo progetto politico innovativo. Al riguardo, Rete Bianca ha presentato in un recente incontro pubblico un “decalogo” programmatico per qualificare un progetto politico ed amministrativo in vista delle elezioni della primavera del 2021. Aperti, come ovvio e come sempre, ad un confronto libero e scevro da pregiudiziali politiche e personali.

È il tempo in cui servono coraggio, determinazione e coerenza. Ma adesso, però, il tradizionale centro sinistra deve battere un colpo».