Nella giornata del 3 luglio si è tenuto un incontro tra il sindaco di Pinerolo, Luca Salvai, le RSU Aziendali e la FIM-Cisl di Pinerolo in merito alla drammatica situazione della PMT ora in Fallimento.

A richiedere l’incontro il sindacato per via delle notizie uscite sui giornali riguardante la variante urbanistica e il cambiamento di uso dell’area intorno allo stabilimento della PMT. “Notizie che – fa sapere la FIM-Cisl – hanno non poco infastidito le maestranze ancora in forza e le loro famiglie, sbagliando tempi e metodo nella diffusione delle notizie e mostrando poco rispetto verso i lavoratori che oggi stanno sperando di continuare ad avere un posto di lavoro attraverso il bando di gara appena pubblicato grazie a un Curatore Fallimentare che ha dimostrato di avere più senso di responsabilità sociale che il Sindaco.

Arcangelo Montemarano, responsabile della FIM-Cisl di Pinerolo, ha commentato: «Incontro deludente e di basso profilo istituzionale, in cui ancora una volta il sindaco è stato solo capace di ripetere la storia sulla variante che conosciamo tutti, dimenticandosi che nelle aree che lui ritiene dismesse c’è stata attività lavorativa fino al fallimento (9 aprile 2020). Dimostrando di non aver saputo (o voluto) coniugare due temi importanti l’urbanistica e il lavoro, ritenendo molto più importante un piano regolatore che non porterà nell’immediato benefici per i cittadini, invece di quasi cento posti di lavoro che rischiano di essere cancellati per sempre con conseguenze gravi in termini di disoccupazione. Nonostante il poco interesse delle istituzioni locali la FIM-Cisl seguirà con molta attenzione l’evoluzione del Bando di Gara, che sarà il 27 luglio 2020, e resterà vicino ai lavoratori in questo momento difficile».

CS