Caso cicogne: il Coordinamento Associazioni Pinerolesi racconta in un comunicato l’incontro avvenuto in Città Metropolitana con l’amministrazione di Pinerolo e la proprietà dell’ex Vagnone.

“Venerdì 17 giugno il Settore Tutela Fauna della Città Metropolitana di Torino ha convocato un incontro con i rappresentanti del Coordinamento Associazioni Pinerolesi, l’Amministrazione della Città di Pinerolo e la proprietà dell’area setificio ex Vagnone per discutere il problema della tutela delle cicogne residenti sulla ciminiera. Come noto esiste un progetto sull’area che prevede l’abbattimento della ciminiera e degli edifici industriali storici esistenti per la costruzione di un nuovo supermercato”.

La contrarietà del Coordinamento

“Il Coordinamento ha ribadito la contrarietà all’abbattimento della ciminiera (con eliminazione del nido), in quanto la coppia di cicogne è stanziale, occupa il nido tutto l’anno ed è aleatorio che utilizzino il posatoio sostitutivo attualmente previsto al Parco della Pace”.

Vietato distruggere o rimuovere i nidi di cicogne

“È inoltre emerso con chiarezza, da parte dei funzionari presenti della Città Metropolitana, che la normativa vigente impedisce la distruzione/rimozione dei nidi delle cicogne e nessuna autorizzazione in deroga è stata rilasciata dagli Enti competenti”.

La proprietà: abbattere gli edifici esistenti, realizzare tre posatoi

“La proprietà dell’area ha ribadito la volontà di procedere con l’abbattimento totale di tutti gli edifici esistenti, cancellando un pezzo importante del patrimonio di archeologia industriale esistente a testimonianza della storia della Comunità pinerolese, rendendosi esclusivamente disponibile ad incrementare le opere a compensazione mediante la realizzazione di tre posatoi per nuovi nidi, di cui uno posto nel sito stesso oggetto dei lavori e gli altri nelle immediate vicinanze”.

Non ottimale il posatoio nel Parco della Pace

“La scelta precedente di installare un posatoio nel Parco della Pace, è stata valutata come non ottimale ed abbandonata a seguito di un parere tecnico-veterinario specializzato”.

Salvai e Proietti: procedere con il progetto originario

“L’Amministrazione Comunale, rappresentata dal Sindaco Salvai e dall’’assessora Proietti (presenti entrambi all’incontro), ha manifestato la volontà di procedere con il progetto originario di abbattimento dei fabbricati esistenti compresa la ciminiera e di realizzazione di una nuova costruzione, accogliendo favorevolmente le nuove proposte avanzate dalla proprietà in merito ai posatoi”.

Apertura sul progetto Pinerolo Città delle Cicogne

“Riportiamo che, mentre da un lato non ha dimostrato alcun interesse per la tutela del patrimonio storico industriale di Pinerolo, l’Amministrazione lo ha manifestato per la collaborazione con il Coordinamento delle Associazioni Pinerolesi in merito alla realizzazione del progetto Pinerolo Città delle Cicogne, progetto avanzato dal Coordinamento stesso, avente finalità naturalistiche e turistiche”.

Un nuovo incontro

“La Città Metropolitana convocherà nuovo incontro durante il quale la proprietà esporrà , anche dal punto di vista tecnico, i contenuti della loro proposta”.

In attesa di risposta la petizione firmata da oltre 500 pinerolesi

“Il Coordinamento specifica che non esiste alcun accordo diverso dal mantenimento della ciminiera col suo nido e ricorda di essere in attesa della risposta da parte del Sindaco alla petizione sottoscritta da oltre 500 pinerolesi, depositata il 31 maggio scorso”.

Le associazioni del Coordinamento

Il Coordinamento Associazioni Pinerolesi è composto da
  • Italia Nostra Sezione del Pinerolese “Ettore Serafino”
  • LIPU delegazione di Torino
  • Legambiente circolo di Pinerolo
  • LAC Lega Abolizione caccia Sezione di Pinerolo
  • Osservatorio 0121 – Salviamo il paesaggio
  • Associazione Provinciale FederTerziario Torino
  • LIDA – Lega italiana diritti dell’animale Sezione di Pinerolo
  • APP – Ambientalisti per Pinerolo
  • Ass. Rita Atria Pinerolo
  • Comunità Laudato Si’ Pinerolo