Alle 18 di oggi – 19 giugno -, nella piazzetta del Monumento ai Caduti per la Libertà (dietro la Biblioteca Alliaudi) è stata inaugurata una targa, realizzata da Maurizio Bonansea, in memoria di tutti i migranti che hanno visto naufragare il loro sogno di una vita migliore. L’iniziativa – a cui ha preso parte anche il vescovo Derio Olivero – è nata su iniziativa del Gruppo di amicizia islamo-cristiana con la  collaborazione dell’Ufficio missionario diocesano, in occasione della Giornata mondiale del Profugo, stabilita dall‘UNHCR per il 20 giugno di ogni anno.

Commentando la parabola del buon Samaritano il vescovo Derio ha auspicato che la targa «ci aiuti ad essere responsabili e non solo spettatori». 

 

Foto Lino Gandolfo