In questi giorni alcuni calciatori della squadra Juventus for special hanno tenuto degli incontri presso il liceo dell’Istituto Maria Immacolata di Pinerolo.

Gli atleti fanno parte delle tre squadre bianco-nere composte da giocatori con disabilità , che comprendono una di cechi e una per amputati e una di disabili mentali.

I giocatori, nella palestra scolastica, hanno proposto vari giochi al fine di far comprendere agli studenti cosa significhi giocare in condizioni differenti.

Successivamente l’allenatore Gianluca Gallina ha raccontato la storia della squadra: «Solo da un anno, noi facciamo parte della Juventus, perché prima eravamo il “Pinerolo for Disable”. Poi, in seguito ad una selezione, siamo entrati a far parte di questo nuovo club.

Io ai miei 50 ragazzi non faccio nessuno sconto a causa della loro malattia, sul campo sono come un qualsiasi altro sportivo. Solo chi di loro in allenamento ottiene i risultati migliori può giocare in partita. Nella loro vita hanno incontrato già molti psicologi e specialisti che li hanno trattati come “poverini da aiutare”, ma questo non era costruttivo per loro. Sono felice che con il calcio praticato in questa maniera molti di loro abbiano cambiato vita, trovando una nuova sistemazione nella società».

I ragazzi della squadra in questo periodo stanno partecipando a un campionato regionale, con altre squadre dove i vincitori dei vari campionati regionali si sfideranno a giugno nel campionato italiano, presso il centro federale di Coverciano (Firenze).

Al termine dell’incontro alcuni atleti hanno condiviso la loro esperienza sportiva con gli studenti. Tale incontro rivolto a tutti gli indirizzi liceali è stato  molto formativo soprattutto per gli allievi dell’indirizzo Sportivo i quali un domani potrebbero lavorare proprio in questo ambito.

Lorenzo Battiglia

during the Quarta Categoria Championship match between Juventus For Special and AC Milan For Special on June 16, 2018 in Como, Italy.