25 novembre 2015

«Mi unisco a voi che in piazza Facta ricordate la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. È una data che non dobbiamo dimenticare perché ci ricorda le drammatiche vicende che vivono tante donne fatte oggetto di violenza psicologica, fisica e sessuale».

Così inizia il messaggio preparato dal vescovo Vescovo di Pinerolo, Pier Giorgio Debernardi, per l’associazione “Svolta donna”, e che sarà letto oggi pomeriggio alle ore 17 in piazza Facta.

«Dobbiamo combattere con tutte le forze questa piaga che a volte giunge al caso estremo dall’assassinio, spesso legato a profondi disturbi relazionali ed affettivi e ad una perversa cultura del possesso – prosegue il vescovo -. Tacere è come essere conniventi delle tragedie che avvengono entro le mura domestiche. Auguro che singole persone, Associazioni ed Istituzioni prendano coscienza di questo tristissimo fenomeno e sappiano – ognuno con le proprie competenze e capacità – dire “no” alla violenza in qualunque modo possa manifestarsi».

«Il Signore – conclude Debernardi – ci dia la forza e il coraggio di reagire, cercando non soltanto la difesa e la salvaguardia della donna, ma anche il tentativo di curare l’uomo violento e maltrattante, perché abbandonandolo a se stesso si corre il rischio di sempre nuove tragedie».

Pier Giorgio Debernardi