La nazionale olimpica di curling si è raccontata a San Secondo di Pinerolo, tra le gioie olimpiche e dissapori col comune di Pinerolo e con i gestori del PalaCurling.

 

La nazionale di olimpica di curling, si sa, coincide con il Team Retornaz Raspini:

  • Amos Mosaner
  • Joel Retornaz
  • Simone Gonin
  • Sebastiano Arman

Nella serata del 13 marzo in una conferenza a Villa Glicini (San Secondo di Pinerolo) gli atleti hanno riportato la loro esperienza olimpica e i loro auspici per il futuro della disciplina in Italia.

I ricordi di Clement

Nel corso dell’incontro, Gian Piero Clement – assessore allo sport di Pinerolo durante Torino 2006 – ha ricordato la storia del curling a Pinerolo.

 

Come far crescere il movimento

Simone Gonin, stimolato dalla stampa, ha tracciato la via necessaria alla crescita del movimento: «Servono infrastrutture adeguate, soprattutto nelle città grandi come Milano, mentre noi come atleti dobbiamo raggiungere sempre di più risultati d’eccellenza perché si racconti questo sport non solo quando ci sono le Olimpiadi».

 

Gelo tra Pinerolo e il team Retornaz?

Al contempo Gonin ha spiegato perché la squadra non si alleni più a Pinerolo: «Non ci sono le condizioni tecniche per lavorare con continuità e qualità. Non lo dico per fare polemica, ma perché spero si ritrovi un’unità di intenti. Ultimamente è mancato il supporto del Comune e della società che gestisce il Palacurling».