In occasione delle celebrazioni del Ramadan, le Chiese cattolica e valdese di Pinerolo aprono i loro spazi ai credenti di fede musulmana permettendo loro in tal modo di svolgere i riti in locali adeguati. La convivenza tra culture e religioni diverse è una ricchezza e il dialogo è la strada che la città di Pinerolo e il pinerolese stanno percorrendo. Ecco il testo del comunicato firmato da sindaco, vescovo, pastore valdese e Comunità Islamica di Pinerolo:

In questi giorni alcuni organi di stampa hanno scritto che, in occasione delle celebrazioni del Ramadan, le Chiese cattolica e valdese di Pinerolo ospiteranno i fedeli Mmusulmani, mettendo a disposizione i propri locali, per i fine settimana (momenti in cui si prevede il più alto afflusso di persone). La notizia non deve passare inosservata. In un clima nazionale e internazionale in cui spesso prevalgono messaggi di esclusione, e in cui la convivenza tra culture e religioni diverse è spesso difficile, esiste una città, Pinerolo, e il suo territorio, il pinerolese, che hanno fatto del dialogo tra religioni e dell’ecumenismo uno dei suoi punti di forza. Le ragioni sono profonde, storiche. Questo è un territorio che per secoli ha visto la forte contrapposizione tra Chiesa cattolica e Chiesa valdese. Oggi queste realtà dialogano, si confrontano, organizzano iniziative in comune. Sono proprio le due confessioni religiose maggiormente rappresentate sul territorio che oggi si aprono, aprono i loro spazi ai credenti di fede Musulmana permettendo loro in tal modo di svolgere i riti in locali adeguati. Come città non possiamo far altro che rallegrarci, amplificando il messaggio che oggi ci inviano le Chiese presenti sul nostro territorio: la convivenza tra culture e religioni diverse è una ricchezza, realizzare una vera integrazione è possibile, e il dialogo è la strada da percorrere.

 

L’intervento del vescovo Derio Olivero alla conclusione del Ramadan 2018