In vista dell’imminente ballottaggio, del 17 e 18 ottobre, tra il sindaco uscente Luca Salvai (M5s, Pinerolo a Sinistra-LAB, Pinerolo Coraggiosa e La Città Cresce) e Pino Berti (Fdl, Lega, FI, Udc e Pinerolo Bellissima) sono terminati, da pochi giorni, gli incontri per decidere le strategie elettorali con gli altri schieramenti, il centro-sinistra di Silvia Lorenzino e il centro-destra liberale di Giuseppe Spidalieri.

Luca Salvai ha tentato la strada di dialogo col centro-sinistra puntando a guadagnare i 4003 voti, ottenuti da Silvia Lorenzino al primo turno. L’accordo Salvai-Lorenzino è stato raggiunto come spiega un comunicato del centro-sinistra che ha annunciato il suo sostegno. Il centro- sinistra pinerolese, però, pur mostrandosi unito nell’esprimere l’ideologia contro la destra, risulta ancora diviso. Infatti a dare indicazioni di voto a favore del Salvai-bis sono stati solo il Pd e le liste civiche Pinerolo in Comune e gli Ambientalisti per Pinerolo. Il Partito Socialista e i Riformisti per Pinerolo (Italia Viva e Azione), hanno preferito lasciare liberi i loro elettori, senza schierarsi né a favore di Salvi né di Berti, tentando di copiare la strategia di Carlo Calenda, leader di Azione, per le comunali romane.

Decisione analoga quella presa da Giuseppe Spidalieri, rappresentante delle liste Pinerolo Trasparente e Progetto per Pinerolo.

Berti, dal canto suo, fallito l’accordo con Spidalieri, fin da subito si è lanciato nel tentativo di aggiudicarsi i voti del 49,32% degli astenuti, oltre che comunicare il primo nome di assessore in pectore: Maria Rita Cavallo alla sanità. Il candidato del centro-destra punta sulla strategia degli endorsement  da parte di politici di primo piano a livello nazionale come Riccardo Molinari (capogruppo della Lega alla Camera), Antonio Tajani (Presidente e Coordinatore di Forza Italia), Licia Ronzulli (Senatrice di FI) e Alberto Cirio (Presidente della regione Piemonte), che per la terza volta torna a Pinerolo da inizio campagna elettorale.

Salvai, invece già da settimane ha comunicato la possibile futura giunta formata dagli assessori: Giulia Proietti (ambiente e mobilità), Fabiano Vodini (patrimonio e urbanistica), Bruna Destefanis (sport), Francesca Costarelli (turismo, manifestazioni, politiche giovanili e sviluppo economico), Lara Pezzano (welfare, politiche sociali e lavoro), Franco Milanesi (istruzione e cultura) e Luigi Carignano (digitalizzazione dell’ente).

 

Lorenzo Battiglia