Nella mattina del 28 dicembre se n’è andato per sempre Tonino Chiriotti. Il suo impegno ha toccato nel tempo il sindacato, le associazioni (in particolare legate alla montagna) e la politica. Nella basilica di San Maurizio sono in programma il rosario mercoledì 29 dicembre alle 20:30 e il funerale giovedì 30 dicembre alle 10:30.

Tonino Chiriotti

Dopo aver compiuto 90 anni qualche settimana fa, si è spento nella mattina del 28 dicembre Tonino Chiriotti. Sindacalista della Cisl ritenuto una guida da molti, consigliere comunale a Pinerolo, amante della montagna e fondatore dell’associazione “Le Ciaspole”, lascia in chi l’ha conosciuto un commosso ricordo.

La biografia

Chiriotti era nato il il 10 dicembre 1931 a Pinerolo. Dopo le scuole medie e la scuola professionale della RIV di Villar Perosa aveva iniziato a lavorare come operaio metalmeccanico presso questo stabilimento. Eletto nella Commissione Interna in rappresentanza della FIM-CISL, il suo impegno sindacale con il licenziamento fu “premiato” dalla Direzione RIV con il licenziamento il 17 febbraio 1966  come rappresaglia per essere stato tra i promotori del primo sciopero dello stabilimento RIV di Airasca. Scelto dalla FIM-CISL come rappresentante sindacale per tutto il pinerolese, Chiriotti lavorò sempre in funzione dell’unità sindacale.

Dopo la pensione, Chiriotti non interruppe il suo impegno sociale, anzi lo mise all’opera come consigliere comunale a Pinerolo, eletto con la Lista Civica “Gruppo per l’Alternativa”, dal 1991 al 1996. Il suo amore per le montagne lo spinse all’inizio del 2000 a fondare insieme ad altri l’Associazione “Le Ciaspole”, attiva nel promuovere le escursioni con le racchette da neve e nella valorizzazione del territorio pinerolese.

Il ricordo di Remo Angelino

Il presidente dell’associazione Le Ciaspole, Remo Angelino lo ha ricordato così su Facebook: “Oggi ci ha lasciato un caro amico, Tonino Chiriotti, fondatore e per tanti anni presidente dell’associazione Le Ciaspole. Lui ci ha trasmesso la sua grande passione per la montagna, ma anche quella per l’impegno civile e sociale che lo ha sempre contraddistinto. Il ricordo delle tantissime escursioni condivise ci accompagnerà sempre”.