30 maggio 2015

È morto il ragazzo disabile di Pinerolo che nel 2013 aveva ricevuto una telefonata di Papa Francesco 

È morto Michael Di Marco, il ragazzo di Pinerolo ammalato di distrofia muscolare che nel 2013 aveva ricevuto una telefonata speciale.

Sono le 12:10 del 14 settembre del 2013 quando giunge “quella” chiamata: «Sono Papa Francesco, vorrei parlare con Michael…». Una sorpresa per lui e per tutta la sua famiglia. In breve l’incredulità lascia spazio all’emozione. «Pensavano fosse uno scherzo», commenta la mamma. Quindi un colloquio privato che termina con l’invito: «vienimi a trovare a Roma».

Vita Diocesana Pinerolese si attiva subito con il Vescovo Pier Giorgio Debernardi e il CITS di Pinerolo per rendere possibile il viaggio – il trasporto non è semplice – che si realizza in meno di un mese. Il 9 ottobre, in piazza San Pietro, finalmente l’incontro. -E l’abbraccio. Un’esperienza difficile da raccontare. Perchè tra Michael e Francesco c’è sintonia. Tutto avviene in modo semplice. «Come tra amici», dice Michael.

Poi il ritorno alla vita quotidiana con le difficoltà legate alla gestione di una malattia che non lascia scampo: le relazioni, le cure, la ricerca di un automezzo adeguato. Eppure, al di là delle fatiche, resta la voglia di vivere alimentata anche da quell’incontro eccezionale.

Oggi Michael se ne è andato.

Difficile fare commenti.

Difficile anche salutarlo.

L’unica certezza è l’abbraccio amorevole del Padre.

Quello di Francesco era stato un anticipo.

 

michael