L’amministrazione comunale di Pinerolo ripropone, come gli scorsi anni, il Bilancio partecipativo: i cittadini potranno indicare diversi progetti di valenza pubblica e il voto dei pinerolesi deciderà quale realizzare.

La quarta edizione del Bilancio Partecipativo mette a disposizione 100mila euro messi per consentire ai cittadini di proporre idee e progetti da realizzare nella Città di Pinerolo, utilizzabili e fruibili dalla collettività.

 

Le aree tematiche dei progetti

Le proposte dovranno riguardare l’area tematica “Valorizzazione del patrimonio comunale” ovvero:

  • arredo urbano
  • ambiente e verde pubblico
  • connettività e innovazione tecnologica
  • cultura e patrimonio
  • giovani, scuole e infanzia
  • solidarietà e coesione sociale
  • sport e benessere
  • viabilità e mobilità dolce

 

Progetti “per tutti”

Ogni progetto dovrà riguardare opere o investimenti fruibili da tutti i cittadini senza limitazione alcuna.

 

Le regole

Ecco le regole della nuova edizione:

  • possono proporre un progetto tutti i cittadini residenti a Pinerolo, che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, singolarmente o in forma associata;
  • l’importo a disposizione si intende comprensivo di IVA e (eventuali) spese tecniche;
  • saranno ammessi esclusivamente i progetti con un costo stimato pari o superiore a 50mila euro (comprese IVA e spese tecniche);
  • è obbligatorio prendere contatti con l’ufficio tecnico per un preliminare esame del quadro economico della proposta, previo appuntamento telefonico (l’appuntamento telefonico dovrà essere concordato entro il 15 aprile 2022 con l’Ufficio Tecnico – Servizio Infrastrutture – al n. 0121361248);
  • le proposte devono pervenire al protocollo della Città di Pinerolo entro le ore 11:30 del 27 maggio oppure le ore 24 dello stesso giorno se trasmesse a mezzo PEC.

Che cos’è il Bilancio partecipativo

Il Bilancio Partecipativo è uno strumento di democrazia diretta che promuove la partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche locali e, in particolare, alle decisioni che riguardano l’utilizzo e la destinazione di parte delle risorse economiche dell’Ente in specifiche aree e settori su cui l’Ente ha competenza diretta. Lo usano già nelle grandi città europee come Parigi: stanziato un budget, si apre una procedura partecipativa che consente ai cittadini di proporre delle idee e dei progetti. Le idee verranno poi messe al voto  e i cittadini potranno scegliere quella che preferiscono. La proposta più votata, sarà realizzata.

 

Un vademecum per saperne di più

Per saperne di più, è disponibile sul sito del Comune di Pinerolo il “vademecum” con maggiori informazioni sulla procedura e il modello di scheda di presentazione dei progetti da utilizzare per la partecipazione all’iniziativa, nonché le necessarie informative e autorizzazioni in materia di privacy, da allegare alla scheda.

 

La scelta ai cittadini

A seguito della selezione dei progetti ammessi, il Comune raccoglierà le proposte in un documento unico che verrà pubblicato e distribuito. Saranno i cittadini a scegliere, mediante il loro voto, quali proposte realizzare.

 

Informazioni:

Moduli disponibili al link: http://www.comune.pinerolo.to.it/web/index.php/servizi/aree-tematiche/diritti-e-partecipazione/419-bilancio-partecipativo

Per qualsiasi informazione, contattare l’ufficio Segreteria Affari Generali al numero: 0121 361.311