Lo scorso 13 luglio un violento temporale ha flagellato Canale d’Alba insieme ad una più ampia fascia territoriale del Roero. Le stazioni di monitoraggio meteo dell’Arpa Piemonte hanno rilevato un accumulo di acqua al suolo di diverse decine di millimetri, con valori variabili a seconda delle zone. A Canale, in particolare, la pioggia e la grandine hanno creato serie criticità alla rete stradale comunale. Si sono infatti registrati allagamenti lungo alcune delle vie del paese, compresa l’area del mercato ortofrutticolo. Dopo il passaggio della perturbazione, e dopo lo scolo dell’acqua piovana caduta a terra, gli spazi pubblici sono rimasti coperti da uno strato di terra e fango.

Dopo il nubifragio sono accorsi gli operatori di numerose squadre AIB, che si sono occupate – in modo ininterrotto per tre giorni – della pulizia di strade e piazze, nonché del cimitero del paese. Le squadre AIB per queste operazioni si sono avvalse dei moduli antincendio in dotazione al Corpo. Naspi e lance pressurizzare sono infatti in grado di rimuovere il fango depositatosi sulle strade. Terminata la pulizia della rete stradale, i volontari si sono occupati del cimitero comunale, ripulito anche in vista di due funerali in programma oggi (17 luglio). Hanno preso parte alle operazioni le squadre AIB di Canale, Montà d’Alba e Bra, con un totale complessivo di una ventina di operatori che hanno lavorato senza sosta. La squadra AIB di Bra con l’autobotte, per garantire un costante approvvigionamento idrico ai mezzi AIB impegnati nella pulizia.