Ieri sera (2 marzo) una folta rappresentanza di associati ed amici della Sezione AIA (associazione arbitri) di Pinerolo ha ospitato in videoconferenza su Google Meet Alfredo Trentalange, neo Presidente dell’AIA, nella loro riunione tecnica. Oltre a Trentalange, ha partecipato alla serata anche Katia Senesi, componente del Comitato Nazionale e icona dell’arbitraggio femminile tricolore sia in campo che in “direzione”, la prima donna eletta nel Comitato Nazionale. Erano presenti il Presidente Sezionale Claudio Rosano, il Delegato ed ex braccio destro di Trentalange, Guido Falca, il presidente del CRA Piemonte-VdA Luigi Stella insieme con la sua commissione.

A inizio serata Rosano e Luigi Stella hanno voluto omaggiare Gianfranco Passet, ex Presidente e associato da oltre 60 anni dell’Associazione, e Giuseppe Puddu, Presidente uscente. A seguire il Presidente nazionale degli Arbitri ha delineato la filosofia del programma che intende portare avanti nel corso del suo mandato. Alla base condivisione e chiarezza, spirito e tecnica. Ogni arbitro dovrà farsi «tutore della giustizia» dentro e fuori dal campo, «affidandosi al collega per un confronto continuo utile alla crescita». Rilievo è stato dato anche alla figura sociale dell’arbitro, che «deve lasciare perdere l’aura di presuntuosità e avversione al dialogo, ormai irreale». A seguire, con la conduzione di Mauro Vignolo e la partecipazione dello stesso Trentalange, i convenuti hanno passato in analisi alcune casistiche tecniche legate ad arbitri (principalmente donne) della Sezione. «Bisogna dimostrare di avere curiosità in campo – ha affermato Trentalange – spendendosi nel cercare la posizione migliore, nel capire cosa sta succedendo in una determinata situazione e tra determinati giocatori. Solo questo ci permette di evitare decisioni semplicemente per opportunità». Katia Senesi, invece, ha portato esempi di “integrazione” femminile nel calcio internazionale, sottolineando la «necessità di motivare le ragazze già in Associazione per attrarne di nuove e promuovere l’intero movimento».

Tra poco meno di due settimane ospite della sezione di Pinerolo sarà Piero Giacomelli, arbitro CAN da nove stagioni.