Skip to Main Content

Foto  

[ photogallery ]. La presentazione delle Universiadi 2025 a Pinerolo

[ photogallery ]. La presentazione delle Universiadi 2025 a Pinerolo

I sindaci di Pinerolo, Pragelato e Torre Pellice hanno presentato il loro percorso di avvicinamento alle Universiadi Torino 2025 il 22 marzo 2023 a Pinerolo.

 

 

Lo scorso 22 marzo in Viale Grande Torino 2 a Pinerolo i Comuni delle valli pinerolesi coinvolti dalle Universiadi invernali Torino 2025 hanno raccontato i loro preparativi per l’evento.

 

Pinerolo e il Pinerolese si preparano ad ospitare i XXXII Giochi Mondiali Universitari invernali dal 13 al 23 gennaio 2025 a

  • Torino
  • Bardonecchia
  • Pragelato
  • Pinerolo
  • Torre Pellice

Nel pinerolese saranno tre le sedi di gara:

  • lo Stadio Olimpico del ghiaccio di Pinerolo
  • lo Stadio del Ghiaccio di Torre Pellice,

che ospiteranno le qualificazioni di hockey su ghiaccio

  • le nevi di Pragelato

che ospiteranno le gare di sci di fondo e di biathlon.

 

 

I partecipanti

Sono intervenuti:

  • il sindaco di Pinerolo, Luca Salvai
  • il sindaco di Pragelato, Giorgio Merlo
  • il sindaco di Torre Pellice, Marco Cogno
  • Riccardo D’Elicio vicepresidente vicario del Comitato organizzatore Torino 2025
  • Bruna Destefanis, assessore allo sport di Pinerolo
  • Paolo Verri, head of Special Project/Cultural Program Torino 2025
  • Laura Muzzarelli, presidente dello Sporting Club Pinerolo
  • Silvia Carrera, Head of Corporate and Communication, come moderatrice

 

Luca Salvai, Giorgio Merlo e Marco Cogno si sono detti uniti per cogliere al meglio le opportunità offerte da questo grande evento che porterà in Piemonte oltre 3000 atleti da ogni parte del mondo. La strada verso il 2025 (ROAD TO 2025) è anche un invito al tessuto sportivo, imprenditoriale e culturale del territorio a costruire insieme una serie di iniziative collaterali volte ad accogliere al meglio i XXXII Giochi Mondiali Universitari invernali e mostrare al mondo la ricchezza turistica, culturale e sportiva di cui il pinerolese è capace.

 

Le dichiarazioni delle autorità

Riccardo D’Elicio (vice presidente vicario dei Giochi Mondiali Universitari invernali di Torino 2025 e presidente del CUS Torino) ha evidenziato: «Una valle così importante a livello turistico sarà rilanciata da questo evento sportivo universitario che nasce a livello mondiale proprio a Torino grazie a Primo Nebiolo. Il mio augurio è che il lascito per i comuni coinvolti sia strutturale, come ad esempio con il poligono del biathlon a Pragelato o con la riqualificazione dei palazzetti di Pinerolo e Torre Pellice, sia dal punto di vista turistico e culturale attraverso lo sport».

 

Salvai: Creare un calendario che accompagni alle Universiadi

«Manca un anno e mezzo ai  Giochi Mondiali Universitari invernali di Torino 2025 – ha richiamato Luca Salvai – e crediamo sia necessario coinvolgere il territorio in un percorso di avvicinamento all’evento. Le Universiadi sono una straordinaria opportunità per le ricadute che potranno avere sul tessuto sociale, economico ed associativo del pinerolese. Ora, quel che dobbiamo fare è costruire una rete e creare un calendario di iniziative, eventi, manifestazioni che ci accompagnino alle Universiadi e ci permettano di vivere la loro atmosfera non solo nei dieci giorni di competizioni sportive che arriveranno qui. È il momento di superare le divisioni e rendere coesa la comunità, per raggiungere un obiettivo comune: promuovere il pinerolese nel mondo».

 

Merlo: Il Pinerolese dovrà coordinarsi

Per Giorgio Merlo «in un evento internazionale come le Universiadi si misura la compattezza di un territorio. Il Pinerolese, con i suoi 47 comuni, dovrà riuscire a coordinarsi per vincere una scommessa: andare oltre i singoli campanilismi. Ospiteremo migliaia di atleti ed è importante essere uniti e raccontare in modo organico tutti i tasselli che rendono speciali le nostre valli e la pianura. Per fare questo abbiamo bisogno di risorse certe, e che queste risorse vengano spese bene, evitando di generare effetti devastanti sull’ambiente e pianificando il futuro sportivo e turistico delle nostre montagne».

 

Cogno: Il mondo arriverà da noi

Secondo Marco Cogno: «Dopo i due anni complessi determinati dal Covid vorrei riportare la gente a riempire i nostri impianti sportivi e sentirsi parte della stessa comunità, per vivere i Giochi Mondiali Universitari invernali del 2025 con l’entusiasmo contagioso sperimentato nel 2006. Le Universiadi saranno un’occasione  importante per le nostre comunità che potranno sentirsi parte di qualcosa di grande, perché il mondo arriverà da noi. Spero di vedere gli occhi degli sportivi delle nostre valli luccicare  e vorrei rendere felici i cittadini, gli sportivi, i giovani che raccoglieranno l’eredità dei giochi».

 

Natura, sport, cura della persona alla base di una nuova sostenibilità

Paolo Verri (Responsabile Programma Culturale e Progetti Speciali Torino 2025) ha dichiarato: «Negli scorsi anni è finalmente esplosa la questione metromontagna, ovvero la relazione tra i centri urbani e le terre alte. I giochi mondiali universitari del 2025 saranno l’occasione per tenere insieme un ambito territoriale che, se avrà la capacità di contaminarsi dal punto di vista culturale e organizzativo, potrà essere davvero competitivo. Natura, sport, cura della persona sono alla base di una nuova sostenibilità sociale ed economica alla quale lavoreremo con grande passione».

 

Destefanis: Il pinerolese è capace di essere unito

Per l’assessore allo sport di Pinerolo, Bruna Destefanis: «Il pinerolese è capace di essere unito per un obiettivo comune, ne è testimonianza la Just The Woman I Am svoltasi a Pinerolo, che in due anni ha coinvolto migliaia di persone con quasi 25 mila euro raccolti solo sul territorio per la Ricerca sul cancro. Oltre alle potenziali ricadute turistiche e di crescita, i XXXII Giochi Mondiali Universitari invernali ci permettono di ribadire alcuni valori centrali che ci aiutano a crescere come cittadini: l’importanza della partecipazione, la collaborazione e la capacità di fare squadra per un obiettivo comune. E oggi vogliamo invitare tutti a fare squadra: perché è insieme che si vince!».

 

Muzzarelli: Lo Stadio del Ghiaccio una Casa per le squadre che verranno

La Presidente Sporting Club Pinerolo Laura Muzzarelli rileva: «Lo Stadio del Ghiaccio di Pinerolo è per me una vera e propria casa e spero che possa diventarlo anche per le squadre che passeranno da qui durante le gare di hockey su ghiaccio delle Universiadi.  I XXXII Giochi Mondiali Universitari invernali saranno un evento internazionale capace di coinvolgere i nostri sportivi e di rendere protagonisti quei giovani che ogni giorno seguiamo nel nostro settore giovanile e che avranno l’opportunità di confrontarsi con il mondo e di crescere».

 

Presenti tre atlete della Nazionale femminile U18 Hockey su ghiaccio

A testimoniare l’impegno e la passione per gli sport invernali del territorio erano presenti in conferenza stampa le atlete pinerolesi 

  • Federica Boaglio
  • Margherita Ostoni
  • Eleonora Trombetta

 della Nazionale femminile U18 Hockey su ghiaccio.

 

Foto Lino Gandolfo

LASCIA UN COMMENTO  

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *