Un altro fantastico fine settimana per i piloti dell’autocross, che sabato 17 e domenica 18 ottobre si sono sfidati ancora una volta sullo storico circuito del Pragiarolo di Maggiora (NO), prima in conformazione Reverse con percorrenza in senso antiorario e poi in quello tradizionale.

La sempre stupenda organizzazione dello staff del Maggiora Off Road Arena ha nuovamente dovuto adeguarsi alle penalizzanti restrizioni anti Covid-19, tutto è stato rispettato alla perfezione e per questo la manifestazione si è purtroppo svolta a porte chiuse senza presenza di pubblico.

Le gare del Rallycross ACI Sport by Toyo Tires sono anche state valide per il FIA Central European Zone, quattro le categorie presenti: Supercar, Super 1600, Super Touring, Kartcross.

Grandi nomi sono giunti sul circuito maggiorese, oltre ai nostri Luciano Cobbe (Kia Rio) e Ivan Carmellino (Fiat Grande Punto) nelle proprie categorie di appartenenza si sono dati battaglia numerosi campioni di altre nazioni quali i polacchi Zbignew Staniszewski e Gracjan Duda, l’austriaco Alois Holler, il cecoslovacco Jiri Susta, il francese Lukas Darmezin, l’olandese Jo Van De Ven.

Non da meno la sempre spettacolare Kartcross, grazie alla presenza dei primi attori Firenze e Giacomotti che si sono presentati a questo doppio appuntamento con un solo punto di differenza in campionato e carichi più che mai.

Per quanto riguarda le gare del round 4 di domenica nella classe regina Supercar è stato il duello tra Luciano Cobbe e Ivan Carmellino ha entusiasmare, alla fine l’ha spuntata il primo grazie anche al ritiro per guasto meccanico del fortissimo rivale e con questa vittoria si è pure aggiudicato il titolo.

Nella Super 1600 il podio è stato di dominio degli stranieri, il cecoslovacco Jiri Susta ha vinto la gara e il campionato, secondo il francese Damien Meunier e terzo l’ungherese Andrei Vajda.

Dominio assoluto dello cecoslovacco Roman Castoral nella Super Touring, con questa splendida gara anche lui si è laureato Campione Italiano, rispettivamente secondo e terzo i fratelli Marco e Mattia Nicolini.

Uno strepitoso Simone Firenze ha vinto tutto ciò che gli era possibile nei Kartcross, compreso il titolo italiano con assoluto merito, ottimo secondo il suo principale avversario Nicolas Giacomotti e terzo Matteo Grieco.

Questo è stato l’ultimo appuntamento di questo travagliato campionato, l’ultima prova prevista in Sardegna a dicembre è stata annullata, nonostante la pandemia gli organizzatori del Maggiora Off Road Arena e RX Italia con grande impegno e passione hanno reso possibile lo svolgimento di quattro prove sulle sette previste ed a loro va senza alcun dubbio un infinito grazie.

Valter Ribet