Tutto ebbe inizio nel 1986 in occasione di una festa a Costigliole di Saluzzo, dove un grande appassionato della musica dei Nomadi organizzo un concerto per portarli nella sua città. Si tratta di Giulio Dalbesio, prematuramente scomparso nel 2016 a causa di un male incurabile.

Le figlie Manuela e Claudia decisero l’anno successivo di organizzare un concerto, sempre con i Nomadi – la band tanto amata dal padre – e sempre a Costigliole di Saluzzo. L’obiettivo era quella di devolvere l’incasso della serata alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo tramite l’Associazione “Augusto per la vita” (ideata da Rosi Fantuzzi, compagna dell’indimenticabile Augusto Daolio, cofondatore e voce solista dei Nomadi), per creare delle borse di studio intitolate a Giulio Dalbesio.

Fu un successo, anche perché il longevo gruppo capitanato da Beppe Carletti conta numerosissimi fan in Piemonte e in particolare nella Provincia Granda, pertanto da quel sabato 10 giugno 2017 le sorelle Manuela e Claudia decisero di riproporre la loro musica per ricordare papà Giulio e in seguito anche Nino.

Idearono anche uno slogan ad hoc: «le battaglie si vincono sempre». L’evento quest’anno si svolgerà sempre a giugno ma in tre diverse serate (tutte ad ingresso gratuito con offerta): venerdì 7 concerto del gruppo musicale femminile “Madamè”, sabato 8 sul palco salirà la “Bertoli Tribute Band”, infine domenica 9 ritorna la musica dei Nomadi con il gruppo tributo “Senza Patria”.

I concerti, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Costigliole di Saluzzo e dell’Associazione Giovanile AttivaMente, inizieranno alle 21 presso il cortile dello splendido Palazzo Giriodi (sede del municipio).

Anche quest’anno il ricavato delle serate sarà devoluto alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro dell’Istituto IRCCS di Candiolo.

Valter Ribet