Commedie italiane e inquietanti comici falliti. Ma anche animazione per i più piccoli.

 

C’ERA UNA VOLTA A… HOLLYWOOD

 (Cinema ITALIA, Via Montegrappa 6, sab. 21.45; dom. 21.00)

 L’ultima impresa del celebre regista americano Quentin Tarantino. La preview la trovate qui

 

IL PICCOLO YETI

 (Cinema ITALIA, Via Montegrappa 6, sab. 20.00; dom. 15.30, 17.20, 19.10)

Sembrava ormai impensabile l’uscita de “Il Piccolo Yeti”, film iniziato nel lontano 2010 dalla regista e sceneggiatrice Jill Culton e terminato solo pochi mesi fa. Il film d’animazione venne addirittura abbandonato per un periodo dalla tua stessa creatrice, ormai disillusa, prima di esser terminato, anche grazie al forte aiuto della Dreamworks.

Yi è un ragazzo adolescente che vive a Shangai. Dopo aver incontrato il giovane Yeti sul tetto del proprio condominio, il ragazzo con alcuni suoi amici si imbarcherà in un viaggio nella speranza di far ricongiungere il nuovo peloso amico alla sua famiglia naturale. Non mancheranno i pericoli, Burnish un facoltoso uomo d’affari trama per catturare la creatura e possederla nella sua collezione privata.

Film per ragazzi ma capace di trasmettere ottime sensazioni anche alla critica che lo ha universalmente lodato. Chissà che non sia l’inizio di un nuovo franchise della Dreamworks dopo il grande successo della saga Dragon Trainer, capace di inanellare, dopo un primo capitolo interessante, dei fantastici sequel.

 

JOKER

(Cinema ITALIA, Via Montegrappa 6, sab. 20.00, 22.30; dom. 16.00, 18.30, 21.00)

Si può parlare di film più atteso del mese? Sicuramente. Forse anche il più atteso dell’anno. Presentato al Festival di Venezia, il nuovo film sul personaggio di casa DC ha sorpreso tutti andando a vincere il Leone d’Oro, unico film legato al mondo supereroico ad aver centrato questo traguardo.

Arthur Fleck, attore comico fallito vaga per le strade di Gotham City iniziando una lenta discesa verso la follia, sino a diventare una delle menti criminali peggiori della storia: Joker.

Già con il recente “War Dogs – Trafficanti” Todd Philips aveva dato prova di aver qualcosa da dire nel mondo cinematografico, dopo una carriera fatta di commedie demenziali e politicamente scorrette come la trilogia di “Una notte da leoni”. Joaquin Phoenix ci regala l’ennesima grande prova attoriale della propria carriera, proponendosi come uno dei migliori attori del panorama e candidandosi come vincitore al prossimo Oscar al miglior attore protagonista.

 

TUTTAPPOSTO

 (Cinema HOLLYWOOD, Via Nazionale 73, Abbadia A., sab. 20.00, 22.00; dom. 16.30, 18.30, 20.30)

 Alcuni dei temi centrali delle commedie italiane sono sempre stati la scuola e la corruzione. Spesso le due tematiche, recentemente anche nella realtà, sono andate fortemente a braccetto.

Roberto è uno studente universitario di un ateneo a dir poco corrotto: professori che vendono esami, assunzioni su raccomandazioni e nepotismo. Il padre di Roberto è niente di meno che il magnifico Rettore, interpretato da Luca Zingaretti. Nonostante gli evidenti vantaggi che questo può portare, Roberto è stufo di tutto ciò e si ribella alla propria famiglia, grazie all’aiuto di alcuni amici, in maniera alquanto originale. Infatti crea un’applicazione denominata “Tuttapposto” che permette agli studenti di valutare l’operato dei professori. Ora non sono più i professori a votare gli studenti, ma viceversa.

Questo tipo di commedie esistono da sempre nel cinema italiano ed è apprezzabile la voglia di sondare nuovi scorci di trama usando nuove tecnologie e adeguandosi ai tempi, rimane comunque una commedia farsesca che strappa la risata ma non vuole e non può, dati i toni, denunciare davvero un problema che assilla realmente il nostro paese.

 

APPENA UN MINUTO

 (Cinema RITZ, Via Luciano 9, sab. 20.00, 22.00; dom. 18,30, 20.30)

 Appena un minuto è una commedia italiana diretta da Francesco Mandelli, attore e comico noto ai più per il suo ruolo nel duo “I soliti idioti”. Il soggetto del film, ideato da Max Giusti che interpreta anche il protagonista, è basato sull’idea del ritorno indietro nel tempo per riparare ai propri errori, filone sfruttato e inflazionato del cinema.

Claudio (Max Giusti) è un cinquantenne spiantato, agente immobiliare fallito, vive con la madre dopo l’abbandono da parte della moglie. Passa le giornate con Simone e Ascanio, barista e faccendiere anch’essi alla ricerca della giusta occasione per “svoltare”. Sarà proprio Ascanio a suggerire a Claudio l’acquisto di uno smartphone cinese per sostituire il vecchio telefono. Si scoprirà che questo nuovo cellulare ha la peculiarità di far tornare indietro il tempo di 60 secondi. Così Claudio proverà ad aggiustare la propria vita, un minuto alla volta.

Ottima interpretazione di Max Giusti che dimostra un ottimo feeling con i tempi comici. La prima prova di Mandelli in regia trasuda entusiasmo e positività ma anche mancanza di esperienza nel rendere il film qualcosa di più di un’opera basata su divertenti sketch.

 

DORA E LA CITTA’ PERDUTA

 (Cinema RITZ, Via Luciano 9, dom. 16,00)

La trasposizione di uno dei cartoni per bambini più famosi degli ultimi 20 anni. La preview la trovate qui

 

Se siete interessati o volete anche solo rileggere gli appuntamenti precedenti con la rubrica WEEKEND al CINEMA li potete trovare qui

  Federico Depetris