Se donare il sangue durante la fase più acuta dell’emergenza Covid è sempre stato sicuro, ancor più lo è ora visto l’alto numero di vaccinati e l’uso ospedaliero della maschera Ffp2.

«La donazione di sangue in ospedale è sicura, com’è sempre stata anche nei momenti in cui l’allerta per l’emergenza sanitaria da Covid-19 era massima». Riccardo Balbo, Direttore sostituto della Struttura di Immunoematologia e Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle, rassicura i donatori storici e quelli che si avvicinano per la prima volta al dono del sangue. «Oggi – prosegue Balbo – lo è ancora di più, se si considera che almeno l’80% della popolazione è vaccinata. In ospedale, poi, a differenza di quanto avviene nella maggior parte dei luoghi pubblici, si entra solo con la mascherina Ffp2. Manteniamo tutte le precauzioni necessarie alla prevenzione dei contagi: gli appuntamenti vengono dati a distanza di 10 minuti l’uno dall’altro, dopo un’anamnesi telefonica accurata. Donare il sangue significa mettere a disposizione degli altri un farmaco salvavita che non si può sintetizzare in laboratorio».

Per diventare donatori è sufficiente aver compiuto 18 anni ed essere in buona salute: a Pinerolo per prenotare un appuntamento per la donazione all’Ospedale si può telefonare, al mattino nei giorni feriali, allo 0121.233.226.