Quando più nessuno aspetta

Gesù dà la notizia più bella

(Gv 20,1-9)

VANGELO IN STAMPATELLO

Gesù è morto. Tutto è finito. Per gli apostoli, per i discepoli e per le donne che lo seguivano e lo amavano non c’è più niente di bello, niente gioia, niente speranza. Anche se quello è il tempo del risveglio della natura, nel cuore degli amici di Gesù ora c’è solo buio e tristezza. Ci sono però ancora delle cose da fare. Bisogna dare a Gesù una sepoltura dignitosa e fare al suo corpo tutto ciò che non è stato possibile fare nel momento in cui è stato messo in gran fretta nel sepolcro il venerdì sera, quando per gli Ebrei già comincia il sabato, il giorno del riposo in cui è proibito fare qualsiasi lavoro manuale. Ma proprio in questo momento in cui nessuno si aspetta più nulla, Gesù fa completamente nuove tutte le cose con il più grande dei suoi miracoli. La grossa pietra che lo chiudeva è ribaltata e il sepolcro è vuoto, ma Maria di Magdala ancora non capisce, corre da Simon Pietro e da Giovanni, è disperata «hanno portato via il Signore e non sappiamo dove l’hanno messo». Allora anche Pietro e Giovanni si mettono a correre insieme a Maria di Magdala verso il sepolcro. In questo racconto del Vangelo tutti improvvisamente si mettono a correre e il loro cuore si mette a battere sempre più forte, come capita anche a noi quando facciamo una corsa. Ma tra qualche istante il cuore di tutti batterà ancora più forte, non più per l’affanno, ma per una gioia tanto grande che non si può dire. Pian piano la donna e i due apostoli riescono a capire quello che è successo, come quando si passa dal buio alla luce piena del sole e gli occhi possono aprirsi solo poco per volta. Gesù è risorto, è veramente risorto. Lui lo aveva detto, anche le Sacre Scritture lo avevano detto, ma era una cosa troppo grossa e nessuno lo aveva capito. In quell’alba di Gerusalemme è davvero nato un mondo nuovo e niente, da questo momento, sarà più come prima. Gesù ha vinto la morte, questa è la buona notizia che porta la luce sulla terra e che regala pace e speranza a tutti quelli che lasciano entrare il Risorto nella loro vita. Buona Pasqua a tutti!

Le soluzioni dei giochi e la vignetta di Vi & Ta