Il Covid-19 non cancella purtroppo le altre malattie. Partendo da questo presupposto, Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati nel Consiglio Regionale, ha presentato un question time per chiedere che sia garantita la continuità assistenziale e di cura per le persone affette da malattie croniche, rare o con necessità di trattamento del dolore cronico.

Silvio Magliano consigliere regionale dei Moderati

“Chiudono ambulatori, poliambulatori, day hospital, day service e talvolta interi reparti – scrive Magliano -. Un gran numero di specialisti degli ambulatori è destinato ad altre attività relative all’emergenza epidemiologica da covid-19. Ma non per questo le altre malattie sono scomparse in questa fase di massima emergenza”. Ci sono infatti persone per le quali il covid non è l’unico rischio – “chi soffre di patologie croniche e rare, di patologie su base autoimmune, di gravi forme di patologia reumatica e di patologie che necessitano di un trattamento del dolore cronico l’interruzione della continuità delle cure può risolversi in una recrudescenza della malattia stessa” – e temono “di non poter proseguire le cure richieste dalla propria situazione medica di partenza”.

“La gestione dell’attuale emergenza – conclude Magliano – non può tradursi nella negazione dei bisogni di centinaia di migliaia di altri malati sul territorio piemontese”.