«È con grande stupore che mercoledì scorso (ndr 24 febbraio), nel leggere i dettagli del bilancio di previsione 2021 della Regione, appena consegnato ai Consiglieri, ho constatato che mancavano 3 milioni di euro alla cifra necessaria per sopprimere i passaggi a livello annunciati solo una settimana fa dall’Assessore Gabusi» – sottolinea la Consigliera regionale Monica Canalis.
Non una cosa simpatica, considerato che appena qualche giorno prima l’assessore regionale ai Trasorti, Marco Gabusi, aveva annunciato l’avvio dei lavori.

«I casi sono due – rincara Canalis – o l’Assessore ha millantato un intervento che in realtà non intende attuare o desidera scaricare una parte consistente degli oneri finanziari su Comuni che sono già in difficoltà. Depositerò un emendamento di 3.330.295 euro per coprire la cifra mancante e a quel punto capiremo qual è la verità».

Monica Canalis, consigliere regionale Pd

Per i tre interventi di Vinovo, Airasca e Piscina, selezionati come prioritari dalla Regione, dai Comuni, da RFI e da Città Metropolitana, è necessario un finanziamento complessivo di 14,8 milioni di euro: 5 milioni di fondi ministeriali, che non transitano sul bilancio regionale, mentre il rimanente sarebbe a carico della Regione senza però che risulti dal bilancio di previsione della Regione, «che iscrive soltanto 6.469.705 euro sulla competenza 2021». A spaventare Canalis è il rischio «che la Giunta Cirio si limiti a realizzare l’intervento di Vinovo, ricorrendo ai 5 milioni di fondi ministeriali, e lasci incompiute le altre opere, che dovrebbero essere finanziate con fondi regionali».