Il sindaco e il  vicesindaco di Pragelato, Giorgio Merlo e Mauro Maurino, nel pomeriggio di oggi – 1° dicembre – hanno emesso un comunicato stampa, per contestare la scelta di Sestriere di aprire gratuitamente la pista di fondo di Monterotta, creando una sorta di concorrenza sleale nei confronti del Centro del Fondo pragelatese. A stretto giro di posta l’amministrazione Poncet ha stilato una nota per ribattere alle accuse.

Il comunicato di Merlo e Maurino

“L’Amministrazione Comunale di Pragelato continua a credere, malgrado emergano sempre più criticità e atteggiamenti autonomi da parte di alcuni Comuni, alla utilità e alla importanza di avere una Unione – nello specifico l’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea – che governi questo delicato e qualificato comparto territoriale. Per svariate motivazioni, soprattutto per ragioni legate al turismo estivo ed invernale. Ma se dovessero prevalere atteggiamenti autonomi da parte di singole Amministrazioni Comunali su temi che, invece, coinvolgono l’intera Unione, allora l’atteggiamento inevitabilmente cambia. E cambierà nel futuro. Nello specifico, per fare un solo esempio concreto e l’ultimo in ordine di cronaca, perché il Comune di Pragelato deve rinunciare ai suoi impianti di risalita coltivando la sua unica – nonché importante – identità nelle discipline nordiche quando, poi, apprendiamo che l’Amministrazione di Sestriere apre gratuitamente un impianto di sci di fondo a pochi chilometri da noi? 

Lo ripetiamo ancora una volta. Se il trend è quello che ognuno privilegia gli interessi del proprio Comune a svantaggio di quelli dell’Unione, allora d’ora in poi si procederà sempre così. A cominciare, per fare un solo esempio concreto, dalla partecipazione collegiale di tutti i comuni alla Gran Fondo di Sestriere”.

Pista fondo Monterotta Sestriere

La replica di Sestriere

“L’Amministrazione Comunale di Sestriere è sempre più convinta che per governare un territorio bisogna prima di tutto conoscerlo, avere chiara la storia e i fatti, nel pieno rispetto del mandato conferito dagli elettori. La testimonianza di ciò arriva da un altro comunicato a firma del Sindaco di Pragelato, Giorgio Merlo, e del suo vice, Mauro Maurino che in questa occasione prendono di mira ingiustamente la Pista di Fondo di Monterotta.

Addirittura minacciano di boicottare, ancora una volta facendo leva sull’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, un evento collettivo come la Gran Fondo Sestriere Colle delle Finestre di cui non hanno ancora la contezza del numero di ciclisti e appassionati richiamati dalla manifestazione internazionale che soggiorna, anche a Pragelato, oltre a dare risalto all’intero territorio alpino.

E allora per colmare le lacune altrui vogliamo solo informare che da 30 anni a questa parte la pista di Monterotta è stata sempre messa a disposizione gratuitamente ai turisti presenti.

Non c’è nessuna concorrenza con Pragelato in quanto la pista di Monterotta ha caratteristiche escursionistiche, si sviluppa per circa 5 km, mentre quella di Pragelato, decisamente più lunga, è destinata a fondisti, sportivi che hanno caratteristiche più tecniche oltre ad avere una parte escursionistica. Ecco che, allora, avere una seconda pista escursionistica rappresenta un bel valore aggiunto in chiave di offerta turistica soprattutto per chi vuole fare escursioni su due differenti paesaggi alpini.

Venendo alla collaborazione all’interno dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, anche qui ci si è sempre dimenticati che Sestriere ospita da sempre per gli allenamenti di sci alpino, gli atleti dei 3 Sci Club di Pragelato e continuerà a farlo anche per questa stagione a prescindere da comunicazioni fuori luogo inviate dal primo cittadino e dal suo vice”.

E Pragelato controreplica

Ma Merlo e Maurino non ci stanno e propongono una replica con amicizia (e una punta di ironia): “Abbiamo letto con curiosità e stupore – scrivono – le riflessioni dell’amico Sindaco di Sestriere Gianni Poncet dopo la nostra nota sull’uso gratuito delle piste di fondo di Sestriere. Stupiti perchè abbiamo appreso che i due tracciati del Monterotta non sono più ‘due piste del Centro sci di fondo’ come riportato da un giornale locale ma sono tornate ad essere dei ‘percorsi escursionistici’. Benissimo. Forse non lo sapeva neanche il Sindaco? E questo perché la L.R. 2/2009 non regolamenta la lunghezza ma le caratteristiche delle piste. E nessuno, sia chiaro, contesta la gestione della pista.

In secondo luogo pare, anche se non è oggettivamente documentato, che per sciare in quei tracciati negli anni scorsi si pagava un giornaliero. Risulta all’amico Sindaco di Sestriere?

In ultimo, e lo diciamo con amicizia, con la volontà di rafforzare l’unità della Unione Montana – come, ad esempio, con la disponibilità concreta manifestata dall’Amministrazione di Sestriere per accogliere gli Sci Club della sola Pragelato nel contratto per le piste di allenamento – la Granfondo poteva chiamarsi ‘della Via Lattea’ e non solo con la denominazione di un Comune del tracciato e dell’intero percorso. Perché è vero che ci sono i costi ma ci sono anche i benefici ed è giusto, pertanto, che sia l’intera Via Lattea ad esserne protagonista.

In ultimo, parlando ancora della ‘pista di fondo’, se la si vuole aprire gratuitamente, lo si faccia durante le feste natalizie quando tutti lavorano e non solo in questo periodo. E questo lo diciamo perché Pragelato vive prevalentemente di questa attività sportiva. E l’Amministrazione Comunale, tutela, come ovvio, anche gli interessi dei propri cittadini e delle imprese presenti sul territorio”.