Tra le attività affossate dall’emergenza sanitaria, il settore culturale è senz’altro nei primi posti. Per far fronte alla crisi finanziaria del comparto la Regione Piemonte sta lavorando su due fronti: ampie deroghe in tema di rendicontazione dei contributi regionali per i progetti beneficiari di contributi nel 2019, rivedere per il 2020 in via eccezionale il sistema dei bandi e dei contributi, spostando l’attenzione ai soggetti e dando priorità alla tenuta delle strutture culturali e dei lavoratori del comparto.

L’assessore Vittoria Poggio afferma anche che «nelle more dell’approvazione del Programma triennale della cultura stiamo pensando ad una legge speciale che tenga conto dello stato di particolare sofferenza dell’intero settore».