La 2ª edizione degli Stati Generali della Natalità partita il 12 maggio a Roma ha tra i partner dell’organizzazione l’azienda pinerolese Galup.

 

 

Si sono aperti – giovedì 12 maggio – i lavori della seconda edizione degli Stati Generali della Natalità – presso l’Auditorium della Conciliazione di Roma, a cui Galup ha partecipato in qualità di Partner dell’organizzazione.

 

Messaggio del Papa e saluto di Mattarella

Un appuntamento che ha avuto il suo momento di inaugurazione con la lettura del messaggio inviato da Papa Francesco e con il saluto del Presidente della Repubblica – Sergio Mattarella.

 

Le autorità presenti

Davanti ad una platea di oltre 1000 partecipanti – tra cui molti giovani e giovanissimi – si sono avvicendati gli interventi delle autorità:

  • sindaco di Roma – Roberto Gualtieri
  • presidente della Regione Lazio – Nicola Zingaretti
  • ministro alla Pubblica Istruzione Patrizio Bianchi
  • ministra alla Famiglia Elena Bonetti
  • presidente Istat Gian Carlo Blangiardo

 

La speranza di invertire l’inverno demografico

«Con questi Stati Generali vogliamo dire che si può fare, si può lavorare per invertire un trend, che Papa Francesco ha definito come l’inverno demografico – il più basso dal dopoguerra – una tendenza negativa che nel 2021 ha visto meno di 400.000 nascite, con una diminuzione rispetto al 2020 del 1,3%. Si può fare, se sapremo fare squadra, lavorando insieme con le istituzioni e le aziende, nella convinzione che un figlio porti speranza – non ottimismo – ma sottolineo, speranza», ha dichiarato in apertura il Presidente della Fondazione per la Natalità e Forum delle Famiglie  Gigi De Palo.

Il ruolo centrale della famiglia

È stato un evento di ampio respiro che ha messo in primo piano il ruolo centrale della famiglia, con persone che si supportano, creando una rete di condivisione del bambino – vero e proprio motore nella costruzione di un futuro sostenibile, reale, e concreto.

 

I bambini protagonisti della storia di Galup

Quegli stessi bambini e quella stessa famiglia, spesso protagonisti nella storia centenaria di Galup, nella sua comunicazione, ma soprattutto referenti principali nella creazione di un prodotto della tradizione, che pone però attenzione a un percorso di innovazione e qualità.