Quest’anno niente processione del Corpus Domini. Che peccato. Manca qualcosa. Manca quel segno visibile della fede nell’invisibile.

Ma non tutto è perduto. Perché il Corpus Domini lo può portate in processione ciascuno di noi.

Anche là dove di solito la processione non passa (o non la lasciano passare).

Perché il Corpus Domini che abbiamo ricevuto facendo la comunione – e che ci trasforma in Lui – lo possiamo portare nelle nostre famiglie, nelle nostre case, sul nostro posto di lavoro, nelle strade, nei negozi. Ovunque andiamo.

Per quest’anno saremo noi il segno della sua presenza reale.

È una grande e bella responsabilità.

Quest’anno il Corpus Domini siamo noi.

Patrizio Righero