Una chiesa di Sant’Edoardo gremita ha accolto, domenica 1 marzo, la visita dell’arcivescovo di Torino e amministratore della diocesi di Susa, Cesare Nosiglia che ha presieduto la Santa Messa pomeridiana coadiuvato dal parroco Giorgio Nervo. Presenti alla funzione religiosa il sindaco Gianni Poncet e l’assessore Francesco Rustichelli che hanno parlato con l’Arcivescovo confrontandosi sul difficile momento che il nostro Paese sta attraversando. «È un momento difficile – ha spiegato l’arcivescovo – e purtroppo c’è stato tanto allarmismo. Come già detto a Torino, lo ribadisco anche qui a Sestriere: non vi sono difficoltà insormontabili, bisogna avere forza e serenità. L’invito è quello di tornare alla normalità e fare quel che si è sempre fatto. Un problema sanitario a livello globale non deve diventare un’emergenza turistica. Dobbiamo avere fiducia, vivere e lavorare senza seminare paura e timore che non fanno bene a nessuno. Certamente il Governo deve sostenere il turismo in questo momento in quanto rappresenta una delle entrate più importanti della Nazione».

E a proposito di tornare alla normalità, le ultime nevicate hanno portato ancora neve fresca sulle piste di Sestriere e della Vialattea per un finale di stagione con condizioni davvero al top. Già ripresi gli appuntamenti in programma a Sestriere. Da sabato 7 marzo aprirà la Mostra “Vette d’Arte” a Casa Olimpia Sestriere. Sempre Casa Olimpia Sestriere, sabato 14 marzo alle ore 18, ospiterà la presentazione del Carnevale Storico di Champlas. Saranno presenti alcuni personaggi del Carnevale nei costumi tradizionali. Dopo la narrazione di questo frammento di storia alpina, verrà proiettato un filmato. Ingresso gratuito e rinfresco offerto dalla Pro Loco. Per quanto riguarda l’attività agonistica riprenderanno tutte le gare a calendario come annunciato dalla FISI. Confermata invece la cancellazione, da parte delle autorità competenti, dei Campionati Sciistici delle Truppe Alpine 2020.