21 ottobre 2015

È stato presentato ieri il programma del convegno ecclesiale  “In Gesù Cristo, il nuovo umanesimo” che si terrà a Firenze dal 9 al 13 novembre e che avrà come momento culminante la visita di Papa Francesco, martedì 10 novembre. L’evento si aprirà lunedì 9 alle 15.30 con l’avvio delle processioni nelle quattro basiliche fiorentine per l’ingresso in cattedrale. Alle 17, dunque, il saluto del cardinale arcivescovo di Firenze, Giuseppe Betori, seguito da quello del sindaco fiorentino, Dario Nardella. Alle 17.30, la celebrazione dei Vespri e alle 19 la prolusione di monsignor Cesare Nosiglia, presidente del Comitato preparatorio del Convegno.

Martedì 10 novembre la visita di Papa Francesco
Il secondo giorno, martedì 10 novembre, sarà tutto incentrato sulla visita del Papa che prima di recarsi a Firenze, visiterà Prato nella prima mattinata. Al suo arrivo in cattedrale, Francesco sarà accolto dal saluto del card. Angelo Bagnasco, presidente della Cei. Il Papa nel pomeriggio si trasferirà nello stadio comunale per presiedere la Messa, dalle ore 15,30.

“Le cinque vie” del Convegno ecclesiale
I lavori dei convegnisti alla Fortezza da Basso cominceranno lo stesso 10 novembre alle 18.45 con le testimonianze sulle “cinque vie” del Convegno: uscire, abitare, annunciare, educare, trasfigurare. L’11 novembre, dopo la preghiera presieduta da mons. Franco Giulio Brambilla, vicepresidente della Cei, proseguiranno i lavori con le relazioni, mente in serata ci sarà spazio per alcuni eventi spirituali e culturali.

Momenti ecumenici e interreligiosi
Giovedì 12 novembre, la giornata del Convegno inizierà con una preghiera ecumenica presieduta da mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, seguita da due riflessioni spirituali affidate a Gheorghi Blatinski, arciprete della Chiesa Ortodossa russa di Firenze e a Letizia Tomassone, pastora della Chiesa Valdese di Firenze. Successivamente, i saluti di Joseph Levi, rabbino capo della Comunità Ebraica di Firenze, e di Izzedin Elzir, Imam di Firenze e presidente dell’Ucoii.

Conclude il cardinale Bagnasco, prospettive per la Chiesa italiana
Venerdì 13 novembre, sempre alla Fortezza da Basso, l’ultima giornata del Convegno sarà contrassegnata dalla sintesi dei lavori sulle “cinque vie”. Alle 12, infine, il card. Bagnasco, concluderà i lavori delineando le prospettive per il futuro della Chiesa italiana

(A.G.)

firenze_2015_logo-tratto

Da Pinerolo a Firenze 

In rappresentanza della Chiesa pinerolese, parteciperanno al Convegno di Firenze il canonico don Giorgio Grietti e quattro laici. Sono Enrico Delmirani (Luserna), Paolo Frairia (Campiglione), Edna Fontalvo (Pinerolo) e Valentina Cuccuolo (Frossasco). Inoltre, come inviato di  Vita Diocesana Pinerolese, parteciperà il giornalista Marco Margrita.