In tanti sono saliti ieri pomeriggio al Prà, in alta Val Pellice, per partecipare alla messa presieduta da monsignor Derio.

«La montagna è come la nostra vita – ha detto nell’omelia il vescovo – ogni giorno occorre ripartire. Ogni giorno si ricomincia. A volte è faticoso ed è bello trovare qualcuno che ci aiuti».

Riferendosi al panorama ha aggiunto: «Il paradiso sarà più o meno così. Dio esiste e si dà da fare per preparare per noi una festa meravigliosa».

Al termine della celebrazione il vescovo ha ricordato che da cinquant’anni non si celebrava una messa in questo luogo. L’ultima celebrazione ufficiale risale infatti al 1969.