Per gli Alpini di Perosa la Festa di Bocciarda è sempre un appuntamento sentito e irrinunciabile, persino in tempi di coronavirus. Dopo il forfait del 2019 per via del maltempo, il vescovo Derio Olivero, domenica 26 luglio, è salito (provando la gamba dopo le sofferenze del Covid-19) per presiedere la messa. «Ha fatto una buona camminata – raccontano gli Alpini – partendo dal Prato del Colle in compagnia di un alpino di Pragelato, Umberto Valocchi, e del perosino Claudio Laggiard (che gentilmente gli hanno a turno portato lo zaino) e raggiungendo attraverso il Colle della Roussa la vetta della Punta Sarasina dove c’è la croce dell’Alpino, per poi scendere all’Alpe Bocciarda dove si è tenuta la messa».

Nell’occasione, a cui è intervenuta anche Nadia Brunetto, sindaco di Perosa, la sezione Alpini perosina ha donato a monsignor Olivero il cappello da Alpino. Alla festa hanno partecipato un centinaio di persone, nel rispetto delle norme Covid. Per il pranzo, gli alpini, hanno preparato la pasta ad offerta libera, il cui ricavato, in collaborazione con la sezione di Pinerolo, è andato a favore dell’Ospedale Agnelli di Pinerolo per l’acquisto di un Ecografo.

Foto di Massimo Bosco