22 aprile 2016

Non solo digitale. Più meducazione (educazione all’uso dei media). Più giornalismo. Più sinergia. Più lavoro insieme. Questi i principali input emersi dal consiglio nazionale straordinario della FISC (Federazione Italia Settimanali Cattolici) svoltosi ieri a Cesena, all’interno del Technogym Village.

Aperto ai direttori e agli amministratori e coordinato dal presidente Francesco Zanotti, l’assemblea ha visto gli interventi di Massimiliano Padula (presidente Aiart e docente);  Riccardo Bonacina (Presidente e Direttore del mensile VITA) e don Ivan Maffeis (direttore Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali e sottosegretario CEI). Dopo il pranzo hanno parlato Matteo Calabresi (direttore Servizio per la Promozione del Sostegno Economico alla Chiesa) e Domenico Delle Foglie (direttore del SIR).

Per Vita diocesana pinerolese erano presenti il direttore, Patrizio Righero e l’amministratore, Roberto Giuglard.

«Un incontro proficuo che mette in luce la grande potenzialità dei giornali cattolici, in parte ancora da valorizzare – ha commentato Righero – . Alla luce dei contenuti emersi, mi sembra di poter dire che Vita Diocesana sta andando nella giusta direzione, tenendo aperti diversi canali e ponendosi in dialogo con le comunità del territorio».