Don Dino Barale si è spento all’ospedale di Pinerolo la mattina del 10 marzo. Per anni si era occupato della parrocchia di Bobbio Pellice e come cappellano militare delle caserme pinerolesi.

Don Dino con monsignor Pier Giorgio Debernardi

Nelle prime ore di stanotte – 10 marzo – presso l’ospedale Agnelli di Pinerolo, ha concluso la sua vita terrena don Bernardo Barale, a tutti noto come don Dino.

Nato a Luserna il 16 marzo 1945, era cresciuto nella parrocchia di Lusernetta. Frequentare il seminario diocesano, era stato ordinato presbitero da mons. Santo Quadri il 29 giugno 1969.

Dapprima vicario parrocchiale a Perosa Argentina, nel 1974 don Dino fu nominato priore di Bobbio Pellice. Nel 1984 passò al servizio dell’Ordinariato Militare e, conservando la cura pastorale della parrocchia quale amministratore,  svolse il compito di cappellano militare nelle caserme del Pinerolese. Nel 2010 a motivo della malattia, che ne ha poi rattristato gli ultimi anni, rinunciò ad ogni incarico e si ritirò in casa propria a Frossasco.