Dopo 9 giorni di agonia è morto il francese Vincent Lambert, l’uomo tetraplegico da oltre 10 anni, simbolo in Francia della lotta per il fine vita.

Ne ha dato notizia la sua famiglia questa mattina. Dopo l’ultima decisione del tribunale, contro il parere dei genitori, i medici gli avevano sospeso idratazione e alimentazione.

Per ricordare Vincent  è stato organizzato un momento di preghiera presso la cappella dell’Ospedale Agnelli di Pinerolo. L’appuntamento è per lunedì alle ore 16. Sarà recitato il rosario e quindi celebrata la messa.

“Abbiamo accolto con dolore la notizia della morte di Vincent Lambert. Preghiamo affinché il Signore lo accolga nella sua Casa ed esprimiamo vicinanza ai suoi cari e a quanti, fino all’ultimo, si sono impegnati ad assisterlo con amore e dedizione”. Così si è espresso il direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti: “Ricordiamo e ribadiamo quanto detto dal Santo Padre, intervenendo su questa dolorosa vicenda: Dio è l’unico padrone della vita dall’inizio alla fine naturale ed è nostro dovere custodirla sempre e non cedere alla cultura dello scarto”.

I.C.