Una “Preghiera la Vita”. Un momento per incontrarsi e, insieme, pregare, ascoltare il Vangelo, incontrarsi, cantare. Celebrando il dono della vita, di ogni vita, dal momento in cui si forma, nella pancia di una mamma, e sino alla morte naturale. Di ogni vita che è preziosa perché unica, irripetibile, non disponibile.

Il Centro di Aiuto Alla Vita di Pinerolo, in collaborazione la Diocesi, Vita Diocesana e la parrocchia Spirito Santo propone il terzo appuntamento di questa iniziativa: giovedì 16 giugno, alle 21, presso la parrocchia Spirito Santo Marco Barale e Angelica Pons animeranno la recita di tre Misteri, le riflessioni di don Massimo Lovera su altrettanti passi del vangelo e una testimonianza drammatica e piena di speranza allo stesso tempo. Sarà infatti la presidente del Cav Cristiana Pasetto a condividere l’esperienza che il Centro sta vivendo, ormai da quasi tre mesi, dell’accoglienza di una famiglia di profughi ucraini presso la propria sede, già alloggio e allestita in poche settimane affinché potesse essere un piccolo porto sicuro per queste due donne e due bambini in fuga dagli orrori della guerra. In una catena di solidarietà bellissima a cui continuano a prendere parte tante persone e che i volontari Cav “gestiscono” anche grazie al prezioso contributo della Caritas locale. Mesi che raccontano le difficoltà, le lacrime, i contatti con i parenti rimasti in Ucraina, ma anche i sorrisi, la gioia di Anna che da un mese è iscritta alla quarta elementare, l’entusiasmo di Zaca che non vuole mai andare via dall’asilo nido. La forza delle due donne, le loro fragilità, la loro unione.