Il 14 novembre si celebra la 4° Giornata mondiale dei poveri. Papa Francesco scrive nel suo messaggio: «Si è pronti a tutto pur di non essere privati di quanto è stato frutto di facile conquista. Si cade così in forme di rancore, di nervosismo spasmodico, di rivendicazioni che portano alla paura, all’angoscia e in alcuni casi alla violenza. Non è questo il criterio su cui costruire il futuro; eppure, anche queste sono forme di povertà da cui non si può distogliere lo sguardo. Dobbiamo essere aperti a leggere i segni dei tempi che esprimono nuove modalità con cui essere evangelizzatori nel mondo contemporaneo. L’assistenza immediata per andare incontro ai bisogni dei poveri non deve impedire di essere lungimiranti per attuare nuovi segni dell’amore e della carità cristiana, come risposta alle nuove povertà che l’umanità di oggi sperimenta».

Ancora un messaggio per rendere il futuro vita buona per tutti, perché «uno stile di vita individualistico è complice nel generare povertà, e spesso scarica sui poveri tutta la responsabilità della loro condizione. Ma la povertà non è frutto del destino, è conseguenza dell’egoismo».

Lucy e Francesco Pagani – Centro Missionario Diocesano

 

Nella diocesi di Pinerolo sono previsti due appuntamenti che si svolgeranno presso la Parrocchia di Pinasca. L’11 novembre alle 21 si terrà un incontro di riflessione. Sabato 13, alle ore 18, nella chiesa parrocchiale Santa Maria Assunta, celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo.