26 aprile 2016

Risale alla settimana scorsa l’arresto per ricettazione dei quattro ladri d’origine georgiana da parte dei Carabinieri di Pinerolo. Tra i 24 e i 29 anni, erano in grado di creare chiavi di così buona fattura da essere in grado di aprire ogni porta in 16 secondi, anche quelle blindate, grazie ad un kit fatto di lime rotanti.

La svolta nelle indagini è avvenuta sabato scorso. Scoperto il covo grazie alla segnalazione di un cittadino che aveva notato movimenti sospetti attorno una casa di Villar Perosa, nel medesimo luogo i militari hanno sorpreso altri due complici mentre portavano via i vestiti dei membri della banda già tratti in arresto. Si tratta di un uomo e una donna, rispettivamente di 35 e 27 anni. Proprio la donna fungeva con ogni probabilità da apripista fornendo le informazioni necessarie per i furti.

Meticolosi nel progettare i colpi, i ladri prima di entrare in azione, erano soliti, infatti, studiare da vicino le vittime, memorizzando le loro abitudini e cercando di sfuggire all’occhio dei vicini.

Lino Gandolfo