venerdì 31 gennaio 2014

Questa mattina, in Municipio a None, si è tenuta un’assemblea alla quale hanno partecipato gli ex lavoratori della Streglio, con lo scopo di chiarire la situazione che grava su di loro.

La Streglio, storica fabbrica di gelatine e cioccolato nata nel 1924, ha dichiarato fallimento il 21 maggio del 2013. Tuttavia, non è ancora stato firmato il decreto e quindi, tra le conseguenze, c’è il mancato pagamento della Cassa Integrazione agli ex-dipendenti dell’azienda, che da mesi aspettano i soldi.

All’assemblea era presente il sindacalista della Cisl Alberto Revel, che ha spiegato ai lavoratori la situazione. Una situazione che risulta ingarbugliata: tra i decreti di fallimento firmati e approvati, infatti, compaiono quelli di aziende che hanno fatto domanda dopo la Streglio (21 maggio), che invece sta ancora aspettando.

In problema, in queste situazioni, è che non c’è altra soluzione che aspettare che la burocrazia faccia il suo corso. La soluzione proposta dalla Cigl e avvallata dai lavoratori è quindi di aspettare ancora un paio di settimane, nella speranza che il decreto di fallimento sia approvato, prima di iniziare a pressare con costanza le varie istituzioni coinvolte.

Streglio None Assemblea 31 gennaio