Martedì 5 febbraio

Pinerolo. Poco più di 50 persone hanno preso parte, ieri sera,  alla fiaccolata in memoria delle “vittime della crisi”, promossa da “Resistenza Italiana Pinerolese”.  «Non ci aspettavamo grandi numeri – spiega Massimo Livrieri, coordinatore del gruppo -. Lungo il percorso, però, diversi esercizi commerciali hanno abbassato la serranda e spento le luci in segno di solidarietà». La fiaccolata, partita dal borgo San Lazzaro alle 18, è giunta fino in piazza Facta dove Danilo Calvani, leader del Movimento 9 dicembre, ha parlato di fronte ad una piccola folla, denunciando ancora una volta l’inadeguatezza del Governo Letta nel far fronte in modo efficace alla crisi economica che sta stritolando soprattutto le classi medie. Il patto di stabilità, ha ripetuto Galvani «non sta creando circoli virtuosi».

Intanto il gruppo “Resistenza Italiana Pinerolese” ha trovato un luogo di raduno nei locali di una parrocchia del pinerolese e prosegue la sua attività di monitoraggio e sensibilizzazione.

 

Foto Gandolfo