Fiaccolata di valle a Pomaretto

Il 24 aprile, da oltre vent’anni, i comuni delle valli Chisone e Germanasca festeggiano insieme la liberazione dal nazi-fascismo.

Quest’anno sarà Pomaretto ad ospitare la “fiaccolata di Valle” con un programma che prevede, alle 20:15 nella piazza del municipio,  il ritrovo dei partecipanti e, da lì a poco, la partenza del corteo per le vie del paese, al ritmo della Banda musicale di Pomaretto, con sosta nelle vie dedicate ai Caduti.

Raggiunta la borgata Pons, località incendiata dai tedeschi nel marzo del 1944, si scenderà di nuovo in centro per convenire nel teatro valdese (ore 21:30). Qui, uditi gli interventi del sindaco, Danilo Breusa e di Laura Zoggia, presidente dell’Unione dei Comuni, il testimone della celebrazione passerà ai bambini della Scuola Primaria “Virgilio Sommani”, accompagnati da Patrizia Massel, alla Filodrammatica Valdese e ai giovani pomarini che hanno partecipato al progetto “Treno della Memoria”.

Porte

Il comune e l’ANPI organizzano un corteo che partirà alle 9:30 del 25 dal Parco Giai alla volta del cimitero. Alle 10:30 il pastore valdese di Pinerolo, Gianni Genre, pronuncerà l’orazione ufficiale. Al termine dei discorsi, intorno alle 11, Jean-Louis Sappè e Maura Bertin del Gruppo Teatro Angrogna rappresenteranno il recital “Renzo, partigiano a Pontevecchio”.

Intorno a mezzogiorno, verranno consegnati degli attestati ai familiari di tutti i partigiani portesi.

Nel corso della manifestazione verrà annunciata la prossima inaugurazione (27 maggio) del monumento alle staffette partigiane a cui  tanto ha lavorato Giancarlo Griot, presidente dell’ANPI portese.

 

Villar Perosa

La commemorazione inizierà alle 9:30 con la Messa sotto l’ala di fronte al municipio. Verso le 10 si formerà il corteo che, passando da Via del Castello, raggiungerà i rifugi antiaerei per poi scendere sulla S.P. 023 percorrendo la quale si volgerà a valle per imboccare Viale Agnelli e tornare al municipio. Qui, dopo il discorso del sindaco, le classi quinte della primaria villarese metteranno in scena un breve spettacolo sulla Resistenza.

Pinasca e Inverso Pinasca (con l’adesione di Massello, Pramollo e Salza di Pinerolo)

Le celebrazioni saranno inaugurate dalla messa delle 9 nella cappella di Castelnuovo a cui seguirà intorno alle 9:40 la deposizione di un mazzo di fiori alla lapide dei Martiri di Castelnuovo in Piazza Armando Bertetto. Alle 10 da Via De Amicis, di fianco alla scuola primaria Hurbinek, verrà formato il corteo che, al suono dell’Unione Musicale di Inverso, si dirigerà, dapprima, a rendere omaggio al Monumento ai Caduti e, in seguito, alla lapide dedicata ai Martiri di Fiesole. Dopo la sfilata, presso il salone polivalente, verranno tenuti i discorsi ufficiali al cui termine si riformerà il corteo che, alle 10:45, partirà per Inverso Pinasca. Qui giunti, verso le 11, si renderà onore ai caduti e si celebrerà la Festa della Liberazione, anche grazie alla partecipazione degli alunni della scuola primaria inversina.

Perosa Argentina – Pomaretto – Roure             

La commemorazione del 72° anniversario della Liberazione è iniziata fin da venerdì 21 aprile quando si è aperta la mostra (allocata a Perosa nei locali dell’ex Comunità Montana) “Torino 1946-2016 Settant’anni dal primo voto delle donne”.  Organizzata in collaborazione con la Città Metropolitana di Torino, l’esposizione continuerà fino a martedì 2 maggio con apertura nei giorni feriali dalle 15:30 alle 18.

Martedì 25 le celebrazioni esordiranno alle 8:15 con una deposizione floreale al cimitero di Meano, mentre alle 8:45 a Pomaretto, in Piazza della Libertà, è prevista, dopo il discorso del sindaco, la partenza del corteo per le vie del paese durante il quale saranno deposte corone al monumento ai Caduti, al cimitero e al Parco della Rimembranza. Alle 10 il corteo si dirigerà a Perosa per il saluto del sindaco e l’orazione ufficiale (in caso di maltempo la parte di manifestazione perosina si svolgerà al Palaplan). Dalle 10:30 il corteo percorrerà le vie perosine, fermandosi per un omaggio in Piazza III Alpini, Piazza Marinai d’Italia, nel Parco della Rimembranza e al cimitero. Alle 11:30 presso il monumento di Balma inizierà la manifestazione di Roure con il saluto del sindaco. Accompagnerà l’intera manifestazione la Banda Musicale di Pomaretto.

Fenestrelle

Nel pomeriggio del 25 aprile, alle 15:30 presso la Porta Reale del Forte, su iniziativa del “Progetto San Carlo”, dell’ANPI e degli Alpini locali, il Gruppo Costruire Cantando sarà impegnato nella rappresentazione di “Voglio essere libero”, un concerto – spettacolo, a ingresso gratuito, tratto dalle testimonianze del partigiano Cesare Castagna.

Guido Rostagno

 

fiaccolatadivalle