22 febbraio 2016

Finalmente è arrivata la neve che ha fatto da cornice a un doppio appuntamento. Sabato 20 si è ricordato il decimo anniversario delle “Emozioni olimpiche e paralimpiche di Torino 2006” al Centro Olimpico del Fondo di Pragelato.

Una giornata sugli sci interamente dedicata ai volontari con l’esibizione della Fanfara della Brigata Alpina Taurinense conclusa con la fiaccolata tricolore accompagnata da vin brûlé e rinfresco. Domenica 21  la 16° edizione di Racchettinvalle, tornata a disputarsi a Pragelato dove la manifestazione era nata e cresciuta come evento sportivo popolare sviluppando in seguito l’aspetto agonistico di rilievo internazionale. Protagonisti della manifestazione sono stati 400 partecipanti per una giornata che ha avuto come starter d’eccezione la campionessa olimpica di sci di fondo, Stefania Belmondo.

Al via anche i rappresentati della Regione Piemonte, l’Assessore alla Montagna Alberto Valmaggia ed il Consigliere Elvio Rostagno che hanno preso parte all’evento assieme al Sindaco di Pragelato, Monica Berton. Il gran caldo, registrato nel weekend sulle montagne olimpiche, ha  sciolto la neve rendendo il percorso ancor più impegnativo.  Stephane Ricard, campione del mondo di corsa con le ciaspole ha vinto ancora una volta.

Primo fra i giovani il dodicenne pragelatese Federico Ferrier che, fosse stato iscritto nella competitiva, si sarebbe classificato al 13° posto assoluto, primo degli atleti senza ciaspole sotto il muro di 30 minuti. Premi speciali sono stati assegnati al più “veterano” in gara Bruno Palmero (classe 1936).  Da Ufficio Stampa Comune di Pragelato.

il via della competizione

La partenza della competizione