Se a Perosa fervono i lavori, neppure Pinasca resta con le mani in mano.

Il gentile consulente dell’Ufficio Tecnico pinaschese, Luigi Casetta, racconta: «I lavori principali, quelli sul Rio Combafredda (dove si sono verificati i danni più consistenti), sono già stati realizzati per un buon 70 per cento». Molti altri interventi come «quelli in Via Vittorio Emanuele II e nelle zone Serre, Grangetta, Gialetto e Bertocchi sono sostanzialmente conclusi».

Riprende l’architetto Casetta: «Le strade di Giborgo e Gran Dubbione sono state riaperte al transito dopo essere intervenuti sulle frane che ne avevano determinato la chiusura; anche l’intervento sulla strada che va a Serre Giordana è abbastanza avanti»

Un’altra zona colpita in modo evidente dal diluvio di novembre è quella del rio Gran Dubbione, quello sormontato dal celebre ponte di Annibale: «I lavori nel rio stanno procedendo – sottolinea il tecnico – e si può dire che siamo intorno al 60 per cento dell’intervento».

«Per ora buona parte dei fondi sono stati anticipati alle ditte dal Comune – conclude filosoficamente Casetta – poiché non sono i lavori da fare che mancano quanto le risorse economiche necessarie».

Guido Rostagno